.
Annunci online

  Fattiedisfatti [ fatti e opinioni ]
         




Perche' "FATTI E DISFATTI" ? avete mai visto i bambini alle prese con un giocattolo ? Il loro divertimento piu' grande e' smontarlo , guardare cosa c'è dentro . Cerchiamo di fare questo, di smontare cio' che ci viene proposto dalla societa', dalla politica, dalla informazione e andiamo a ricercare la verita' a capire i nessi e le cause e se qualche volta sbagliamo, non sbagliamo a cercare sempre al di la' dei conformismi ufficiali, delle propagande e degli slogan

  Diego49 official forum






Free Tibet Gli incontri degli amici di Beppe Grillo
Condividi


9 novembre 2009

Berlusconismo e l'etica del "limicolo"

In Italia si parla di Berlusconi fino alla nausea o e' la nausea che ci fa parlare di lui ? Certo e' che il cavaliere esiste perche' esiste l'elemento in cui nuota . Ogni pesce ha avuto il suo mare nella storia d'Italia . Dopo la catastrofe della guerra e con l'avvento della prima repubblica sembrava finalmente tornata la voglia di bagnarsi in acque limpide , ma presto con il trascorrere degli anni, come quasi sempre accade , le acque sono diventate sempre piu' torbide fino a diventare una melma maleodorante , quella attuale dove sguazzano "mafie" di ogni tipo e dove ormai e' difficile respirare se non si e' dei limicoli , degli animali che nel fango ci vivono allegramente . 
Coloro che combattono e resistono a questa ondata di fango sono ormai una minoranza visibile  e una maggioranza troppo silenziosa per avere ragione di questa pestilenza . 
Come gia' fu per i Matteotti, i Gramsci, i Pertini, gli Sturzo,  sono voci solitarie , voci di eroi borghesi , di magistrati che hanno " spirito di servizio " ,  di giornalisti  con la schiena dritta , che subiscono quotidianamente oltraggi, querele, diffamazioni , ostruzionismo e silenzio , un silenzio  che tutto vorrebbe coprire e tutto vorrebbe dissolvere , ma non possono' dissolvere le coscenze di coloro che ancora hanno orecchie per udire , occhi per vedere , e intelletto per intendere .

Il Fascismo almeno aveva  dei valori da difendere e degli ideali da raggiungere , aveva una sua discutibile coerenza morale e mai si era sognato di trattare con la mafia , di permettere alla criminalita' organizzata di farsi garante o sponsor della politica,  le colpe semmai erano in quegli ideali e nel metodo di perseguirli . Oggi e' il potere per il potere , e' il malaffare per l'affare , e'  la poltrona politica per il denaro e per l'abuso, senza remore , senza ideale alcuno , questo non vale per tutti, ma le eccezioni sono ormai costrette a ritirarsi o vengono messe a tacere . I cittadini sono sempre piu' ostili e distratti e la politica che allontana i piu' e' visto invece un investimento lucroso per altri .
 I partiti dettano legge e solo poche personalita' possono permettersi il lusso di esternare in difformita' con le posizioni ufficiali .
Se le ideologie furono un male e non permisero di avere una visione d'insieme, altrettanto la mancanza di un progetto ideale della societa' condiviso ,direi  "sognato", da larghe parti della popolazione non lascia spazio ad altro se non all'individualismo e al materialismo piu' gretto ed e' percio' che la pancia prevale sulla spinta ideale , sul desiderio di alternative reali e di una visione sul futuro . 
Ci sentiamo demenzialmente  sicuri per la presenza delle "ronde" e non vediamo la polizia che e' inerme e senza mezzi , la magistratura sempre piu' imbavagliata e impotente , e una criminalita' che ha fatto di molte aree del nostro paese un feudo medioevale dove ogni diritto  e' sospeso  e dove esiste di fatto una dittatura sanguinaria delle cosche e delle mafie . Mafie che in gran parte del paese si sono ramificate come un cancro permeando anche la parte sana dell'economia e creando una commistione tra i loro interessi , quelli politici e quelli imprenditoriali  : "Il fango" appunto che fa di questo paese sempre piu' una immensa palude dove l'onesta' e' una piaga da debellare , la legalita' un male da combattere , la domanda di giustizia un "giustizialismo"  di cui irridere .
Il parlamento , vera e reale espressione della volonta' popolare , viene sostituito arbitrariamente con un  potere del governo e del presidente del consiglio in nome di un presunto avvallo plebiscitario  che, seppure si rivelasse vero ,  non e' mai stato di per se garanzia di democrazia e di liberta' , come la storia del 900 ci insegna quando i necessari contrappesi e contropoteri sono messi in soggezione .
Sembra non esservi piu' parole per tutto questo , non piu' blog, ne articoli, ne isolate trasmissioni televisive che possano  rendere limpida la palude in cui viviamo , ma il silenzio dei vinti  puo' essere molto piu' pericoloso degli inni e dei cori  dei vincitori , il silenzio puo' trasformarsi in un unico grande grido di rivolta ,  un torrente in piena e quando dilaghera' apazzera' via il fango con tutta la furia e la rabbia che le parole per troppo tempo trattenute portano con se.
Abbiamo bisogno di una Italia davvero europea, e non sudamericana, una Italia che sappia riappropiarsi dei valori fondanti della repubblica e della costituzione, un Italia che sappia davvero liberarsi dalle mafie e dalla corruzione una volta per tutte  , e dove ogni cittadino possa riconoscersi in un concetto di civilta'  e di etica proprie di un paese socialmente progredito e civile . 
Alla politica e ai partiti bisogna chiedere un ritorno alle origini , quando la politica era una nobile espressione di dedizione al servizio dei cittadini e al politico si poteva guardare con ammirazione e rispetto e non con servile sottomissione o con malcelato disprezzo e disistima . Nessun partito sara' mai davvero nuovo se non passera' nella lavanderia della storia dove solo i  cittadini onesti che sanno sognare una societa' diversa saranno i  lavandai .


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica societa' cultura storia

permalink | inviato da diego49 il 9/11/2009 alle 0:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     giugno        dicembre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom